Il sesso anale esiste dai tempi del Big Ben, a cambiare è solo la sua percezione nei secoli dei secoli. Gli uomini continuano a bramarlo ma molte donne lo vivono con diniego. Si tratta invece di un mondo tutto da scoprire con i tempi, i modi e gli strumenti giusti.

Saranno state Sodoma e Gomorra o forse l’allarme AIDS anni ’80, ma il sesso anale, a distanza di anni, è ancora visto dalla nostra cultura come una perversione, talvolta spregiudicata e borderline, talvolta più soft ed eccitante. Tuttavia rimane un tabù, chiodo fisso di tutti gli uomini, croce e delizia di tutte le donne.

Inutile dirvi che c’era un tempo in cui la sodomia, altrimenti nota come sesso anale, era una pratica consolidata e diffusa, come testimoniano le antiche commedie greche di Aristofane ed alcuni carmina del poeta Catullo che scopriamo non essere poi così fissato con la sua Lesbia. Oppure in Giappone, dove le stampe erotiche giapponesi Shunga del XVII secolo ritraggono scene di penetrazione anale sia eterosessuale che omosessuale.

Insomma, il sesso anale esiste dai tempi del Big Ben, a cambiare è solo la sua percezione nei secoli dei secoli.

Gli uomini continuano a bramarlo come orsi con il miele e le donne, forse non tutte ma sicuramente molte, lo vivono con diniego o come un sassolone nella scarpa di cui sbarazzarsi il prima possibile ed una volta per tutte. Invece, parola di MySecret Case, si tratta di un mondo straordinario e tutto da scoprire. A patto, ovviamente, che lo si faccia con i tempi, i modi e gli strumenti giusti.

Fallo anale!

Ecco una pratica scaletta per entrare nell’ottica del sesso anale:

Accarezzate l’idea con il pensiero, prendendola come occasione di divertimento o come antidoto per rendere più stuzzicante la vita di coppia;

Provatelo solo se avete molto tempo libero, perché i primi tentativi esigono lentezza;

Armatevi di lubrificante e plug anale: non sono solo consigliati, ma fondamentali. Diventeranno i vostri migliori amici; Sciogliete la tensione bevendo un bicchiere di vino o qualcos’altro che vi rilassi, poi iniziate a baciarvi e a scambiarvi i preliminari più dolci.

Zero dolore con Mr Plug!

Se ad una ragazza parli di sesso anale, la prima parola che le viene in mente è”dolore”. Ecco che allora intervengono i plug anali, gli anal toys deputati al rilassamento dei muscoli anali e alla stimolazione del perineo, importante zona erogena femminile ma soprattutto maschile: non a caso il sesso anale passivo, dove vengono stimolati il punto P ed il punto L situati rispettivamente nella prostata e nel perineo e responsabili dell’orgasmo più intenso, è per gli uomini la pratica sessuale in assoluto più piacevole. Quando vi trovate nella classica posizione del missionario (lui sopra, lei sotto), provate a massaggiare la zona anale del partner mentre si dedica alla vostra penetrazione vaginale: vi accorgerete subito di quanto la sua foga diventerà incontenibile.

Esistono plug per tutti i gusti, a forma di gioiello, fluorescenti, in acciaio, vetro o silicone, semplici o vibranti, con o senza massaggiatore prostatico, ecc. ma tutti presentano la stessa costante: una punta sottile ed arrotondata per solleticare la zona anale con precisione ed una larga impugnatura alla base che impedisce al plug il suo totale, e pericoloso, inserimento nell’ano.

Consigli per la prima volta? Se siete ironiche e sbarazzine, impossibile resistere a Tutti Frutti!, la deliziosa fragolina rosa con bullet vibrante removibile di Love to Love, se invece siete più raffinate ed eleganti, scegliete i plug-gioiello con cristalli Swarovski di Diogol.

Ora non resta che prendere il lubrificante anale che avete opportunamente lasciato nei paraggi, meglio se rilassante come l’Organic Anal Spray di Intimate Organics per il sesso anale femminile ed applicarlo sia sull’ano che sul plug. Se procederete per gradi, raccomandando al vostro partner di andare avanti con la penetrazione solo se gli sembrerà di avere via libera, non proverete alcun dolore, promesso! Fatto? Non male, vero?

Ecco, ora siete pronte alla penetrazione anale vera e propria, da parte del partner, di un dildo o di un vibratore. Ma questa è un’altra storia.

Fonte:http://www.pianetadonna.it/coppia/sessualita/sesso-anale-senza-dolore.html#modal/9c87d5fffa92327ef2d53f18c937198d

Written by admin

Leave a Comment